fbpx
FOTO 1

Perché la nostra pizza è “nostra”?

Farina, impasto, lievitazione. Sono tre i segreti-non-segreti che caratterizzano la nostra pizza. Chi l’ha assaggiata sa di cosa parliamo, chi non l’ha assaggiata capirà in parte leggendo, ma non capirà del tutto fin quando non darà il primo un morso. E poi, certo, le materie prime che usiamo per condirla: la nostra filiera corta ci consente di essere più sostenibili, più puliti e più giusti. Infine le scelte negli abbinamenti e, su tutto, l’amore e la passione verso il cibo – ci sbilanciamo – più buono, più democratico, più alla portata di tutti che ci sia. La pizza è l’espressione gastronomica più amata del nostro paese, ovunque si vada mondo una pizza è sempre sinonimo di condivisione e apertura. La pizza mette gioia, la pizza unisce. Siamo convinti che la cultura alimentare sia l’unica arma possibile per scendere sempre meno a compromessi con la qualità di ciò che mangiamo e con il nostro benessere. Per questo vi raccontiamo come facciamo le nostre pizze.

 

 

LE FARINE

Da Bioesserì utilizziamo solo farine italiane macinate a pietra, la maggior parte dei grani proviene dalla Sicilia e nello specifico dalla provincia di Enna e Caltanissetta. Questo perché siamo innamorati della nostra isola, ma soprattutto perché qui le produzioni biologiche hanno raggiunto dei livelli altissimi. Provare per credere: quando avrete gustato il sapore degli impasti realizzati con la selezione delle nostre farine noterete la differenza alla prossima pizza del take away sotto casa.

GLI IMPASTI

In alcune si possono ordinare fino a dieci impasti diversi. Dieci, impasti, diversi. Cerchiamo di semplificare: da noi solo tre impasti, ognuno segue una maturazione diversa, ognuno viene spiegato ai nostri ospiti per renderli più consapevoli di quello che arriverà in tavola. L’impasto classico è il nostro cavallo di battaglia, soffice, elastico e molto alveolato, è la nostra personale versione della pizza napoletana IGT. Chi vuole optare per un sapore ancora più deciso potrà scegliere l’impasto evolutivo, un mix di farine di grano duro autoctone del mediterraneo piantate in uno stesso campo nel cuore della Sicilia in nome della biodiversità. Per gli intolleranti o chi ha esigenze diverse c’è il nostro impasto più scuro e croccante realizzato con il 100% di farro monococco, il cereale nobile per eccellenza.

LA LIEVITAZIONE 

La lievitazione (non) è magia: rende la vostra pizza digeribile e leggera, nessun senso di appesantimento e spesso e volentieri vi farà tornare a trovarci. La nostra pizza matura per 48 ore in impasto e poi lievita per altre otto ore per essere pronta sia a pranzo che a cena.

LE NOSTRE PIZZE

Semplicità e menù corto, questo il nostro mantra. Le classiche e intramontabili, quelle per cui è subito festa, come la Margherita, la Napoli o la Capricciosa.  Le sfiziose: sono quelle per i momenti in cui ci si vuole cambiare gusto, ogni singola fetta viene farcita a freddo con topping preparati separatamente in cucina, dove l’ingrediente fondamentale è la delicatezza degli abbinamenti. Un esempio? La decisa: mozzarella fior di latte, gorgonzola dolce, alici, pistacchio di Bronte e mortadella D.O.P. 

LE MATERIE PRIME:

Possiamo girarci intorno quanto vogliamo: qui si gioca una partita importantissima. Come nella nostra cucina, anche in pizzeria, le nostre materie prime sono biologiche e – soprattutto – ultra selezionate. Quindi da una parte guardiamo all’aspetto salutare del prodotto e dall’altra a quello qualitativo. Riteniamo che non ci debbano mezze misure su questo.