fbpx
Rendering Labirinto Ocean Pavilion

Cosa fare e vedere a Milano e Palermo a Luglio

L’estate è il momento in cui c’è più tempo per dedicarsi alle passioni e sono tante le occasioni per concedersi la lentezza di esperienze nuove, scegliendo tra appuntamenti culturali e musicali ma anche cinematografici, senza rinunciare ai momenti di puro folklore. Ecco la nostra selezione di eventi da non perdere tra Milano e Palermo, le nostre città del cuore.

MILANO

Ben Harper in concerto

17 luglio, Ippodromo del Galoppo San Siro, Milano Summer Festival
Fa tappa anche a Milano, nell’ambito della rassegna Milano Summer Festival, il tour 2019 di Ben Harper insieme alla sua storica band The Innocent Criminals. Ben Harper è considerato come uno degli autori e performer più influenti di sempre, in grado di trascendere i generi musicali e parlare di temi personali così come di argomenti politici. Ad aprire la data milanese, sarà il colombiano Juanes, uno dei massimi esponenti del rock latino contemporaneo.

Broken Nature

Fino all’1 settembre, Triennale di Milano
Broken Nature è la mostra tematica simbolo della XXII Esposizione Internazionale. Un’indagine approfondita sui legami che uniscono gli uomini all’ambiente naturale. Analizzando vari progetti di architettura e design, esplora il concetto di design ricostituente e mette in luce oggetti e strategie, su diverse scale, che reinterpretano il rapporto tra gli esseri umani e il contesto in cui vivono, includendo sia gli ecosistemi sociali che quelli naturali.

Multiple Visions, Roy Lichtenstein in mostra

Fino all’8 settembre, Mudec, Museo delle culture
Più di cento opere del maestro del pop art, tra stampe di grande formato, sculture, arazzi e un’ampia selezione di ‘editions’ provenienti da prestigiosi musei, istituzioni e collezioni private europee e americane, oltre a video e fotografie. Il percorso espositivo si sviluppa attraverso le diverse culture che hanno influenzato la produzione di Roy Lichtenstein, che ne ha utilizzato alcuni elementi per decostruirli, ricostruirli e infine elaborarli in chiave pop con la sua cifra inconfondibile. La mostra permetterà inoltre di conoscere il processo creativo alla base del lavoro dell’artista.

Clean the ocean Pavilion

Dal 13 al 16 Luglio, Parco Sempione
Raccogliete le vostre bottiglie di plastica e portatele in Piazza del Cannone: potrete così partecipare attivamente alla costruzione di una mega installazione collettiva fatta interamente di bottiglie di plastica. Più bottiglie saranno raccolte e più grande sarà l’installazione pensata per sensibilizzare i cittadini sul tema dell’inquinamento causato dalla plastica. Ci saranno anche dei workshop per grandi e piccoli in cui creare delle sculture aeree a tema marino.

Leonardo da Vinci 3D

Fino al 22 settembre, Fabbrica del vapore
Il genio di Leonardo da Vinci a 500 anni dalla sua morte rivive a Milano in una mostra innovativa che unisce arte e tecnologia. Istallazioni e scenari 3D raccontano Leonardo attraverso un linguaggio multisensoriale fra realtà aumentata, ologrammi e percorsi tematici. Un’esperienza immersiva nel mondo di Leonardo e delle sue ardite evoluzioni.

PALERMO

Sole Luna Film Festival

Fino al 13 Luglio, Chiesa Santa Maria dello Spasimo
Un festival internazionale che punta a favorire l’incontro tra persone, idee, prospettive e sguardi attraverso il documentario d’autore. Filo conduttore di questa quattordicesima edizione “il coraggio e lo sguardo delle donne” da segnare in agenda anche le proiezioni-tributo dedicate a Bernardo Bertolucci a pochi mesi dalla sua scomparsa.

Festino di Santa Rosalia

14 Luglio, centro storico di Palermo (percorso itinerante tra la Cattedrale, i Quattro canti e la Kalsa)
Osservare da vicino la sintesi perfetta tra sacro e profano che pervade Palermo durante il Festino di Santa Rosalia è un’esperienza toccante. Una tradizione antichissima, ad oggi si contano ben 395 edizioni di questa allegoria della processione religiosa vera e propria che si terrà solo il giorno successivo. L’apice dei festeggiamenti si raggiunge infatti nella notte a cavallo tra il 14 e il 15 luglio, quando fiumi di persone si riversano in strada, i cieli e i tetti di Palermo si riempiono di colori, le luminarie la fanno da padrone mentre artisti, ballerini e acrobati danzano nell’aria. Una festa visionaria che si rinnova ogni anno e costituisce uno straordinario spunto per osservare da vicino tutti i contrasti della città.

Frida Kahlo – i colori dell’anima

Fino al 29 settembre, Palazzo Zingone Trabia
Oltre settanta scatti, in parte inediti, di Leo Matiz, fotografo colombiano, che ha realizzato intensi ritratti di Frida Kahlo negli anni Quaranta. Il percorso prevede un ampio uso della multimedialità per un coinvolgimento multisensoriale del visitatore che punta a far scoprire tutte le sfumature della personalità di Frida come donna e come artista, grazie anche ad un’attenta introduzione biografica.

Volcanic plants, 
Dal 12 luglio all’8 settembre, Orto Botanico

Si inaugura il 12 luglio alle 18.30, Volcanic plants, personale dell’artista Emilia Faro. Un giardino immaginifico di piante succulente della macchia mediterranea, sintesi di un percorso artistico volto a cristallizzare la poesia e la bellezza della natura, sottraendola alla decadenza del ciclo del tempo. Ad accogliere il visitatore un giardino mediterraneo plasmato dall’artista in un’amalgama di resina e sabbia vulcanica. Si potranno ammirare gruppi di sculture e una serie di acquarelli e disegni sullo sfondo tavole botaniche ottocentesche. Il biglietto della mostra è incluso nel ticket d’ingresso dell’Orto Botanico, uno dei luoghi più suggestivi di Palermo.

FRANCESCO DE GREGORI – “ORCHESTRA GREATEST HITS LIVE”

25 luglio 2019, Ore 21:30 Teatro di Verdura
Una grande orchestra in tour che presenta per la prima volta i più grandi successi del cantautore in un contesto sinfonico. L’orchestra, composta da quaranta elementi, ha come nucleo centrale il quartetto degli Gnu Quartet (composto da Raffaele Rebaudengo alla viola, Francesca Rapetti al flauto, Roberto Izzo al violino e Stefano Cabrera al violoncello) oltre alla band che accompagna De Gregori ormai da lungo tempo.

(a cura di Alice Sagona)