Tavole di Identità Golose

Per la prima volta, Francesco e Salvatore Salvo della pizzeria di San Giorgio a Cremano sono ospiti di Bioesserì con un menù nato da un’ attenta selezione delle loro gustosissime pizze.
Pizzaioli da tre generazioni, i fratelli Salvo sono innovatori che si muovono all’interno della tradizione partenopea, puntando sugli impasti, la scelta delle farine e dei condimenti.

Menù 
Cosacca (Fratelli Salvo)
Su del pomodoro di Corbara, i Salvo aggiungono pecorino a latte crudo, stagionato per un anno, di Bagnoli irpino.

Pizza al pomodoro (Fratelli Salvo)

6 pomodori lavorati ognuno in modo diverso:: pomodoro di Corbara, San Marzano in acqua e sale, datterino confit, pomodoro affumicato, pomodoro grigliato e piennolo marinato. Una prelibatezza nata da una collaborazione con lo chef Salvatore Biancodel Comandante di Napoli.

‘Nduja e Verzin (Fratelli Salvo)

In carta da 6 anni è una delle loro pizze più apprezzate. Verzin è un formaggio erborinato da latte vaccino dell’affinatore Beppino Occelli.

Pizza fritta (Fratelli Salvo)
Piatto storico della cucina napoletana con pomodoro giallo del Vesuvio di San Nicola dei Miri. Per bilanciare la dolcezza, un’aggiunta di scaglie di mozzarella di bufala di Barlotti.

La degustazione si chiude con lo chef di Bioesserì Federico Della Vecchia che propone la Pizza di kamut con pomodoro conciato e piacentinu ennese allo zafferano.

Frittelle alla grappa, uvetta e pinoli con crema pasticciera alla vaniglia

La serata è accompagnata dalle bollicine Blanc de Blancs Rosé de Noirs dei friulani di Villa Parens